La morte è un  male o un bene?

Se vedo la morte come la fine, è un male.

Se mi identifico solo con la parte materiale, con il corpo privo di vita è sicuramente un male perché, con la sua fine, sento e percepisco il vuoto. 

 

Se mi identifico invece con la scintilla Divina, di cui ogni uomo è portatore, dovremmo lasciare serenamente il corpo fisico alle sue leggi, per ricongiungerci con chi ci ha creato, e allora può sorgere grande gioia per questa “rimpatriata” verso lo spirito. 

A questo punto la morte non fa più paura e possiamo chiamarla anche “sorella morte”.

 

Ognuno può viverla come preferisce, con sofferenza e con dolore o con gioia e speranza, è l’ineluttabile principio della libertà...

 

ARGOMENTI TRATTATI

                                               

  • Cos'è la morte, cos'è la vita?
  • Cosa c'è prima della vita e cosa c'è dopo la morte?
  • Nascita e morte, le due porte della vita
  • Da dove veniamo, chi siamo e dove andiamo? 
  • Esiste la morte, cosa intendiamo per morte?
  • La struttura profonda dell'uomo
  • I defunti interagiscono con i viventi?
  • Con la morte finisce tutto, oppure... 
  • La morte come speranza di vita

 

Vita e morte sono gemelle, se si vede la morte come negativa siamo razzisti, se invece siamo umanisti dobbiamo darle l’importanza che si merita, poiché la Vita diviene bella grazie alla Morte. Ogni morte produce nuova vita ad un altro livello, se la portiamo indietro verso la morte fine a se stessa diviene involutiva, se la portiamo avanti nel rinnovo della vita diviene generatrice di Vita Nuova. La scelta è sempre personale…

La Morte, l'evento più bello della vita

€ 9,90Prezzo